ED’Ap

All’interno del Popoli Pop Cult Festival si tiene dal 2014 l’Estemporanea d’Arte, Ed’AP, una manifestazione volta a stimolare la fruizione e la riflessione sull’arte attraverso la realizzazione, all’aperto e lungo la via Roma, di opere d’arte, pittura, scultura, e fotografia durante le giornate del festival.
Popoli Pop Cult Festival - Ed'AP

Regolamento

L’Ed’AP è rivolto ad artisti di qualsiasi nazionalità, senza limiti di sesso o età, se non che i partecipanti abbiano raggiunto la maggiore età in Italia (18 anni). Ogni anno il tema dell’Ed’AP è il medesimo scelto per il Popoli Pop Cult Festival.

Le modalità di espressione del tema, articolate in due sezioni, sono Pittura e Scultura da un lato e Fotografia dall’altro.

Le opere vincitrici ottengono il privilegio di essere esposte entro l’anno successivo nella Rocca Sforzesca di Bagnara di Romagna.

More info: http://www.omonimo.org/

Vincitori edizioni precedenti

Ed'AP 2019

PITTURA E SCULTURA

1° Premio: GIUSEPPINA CORTESI

Titolo: “L’intreccio di nonna Rama”

“Sono nonna Rama e vivo in India. Ho frugato nei cassetti: ho trovato vecchi vestiti, perle, perline. Ho tagliato strisce e fatto intrecci, un ricordo di me per le mie due nipoti.” Tessuti, colori, perle e fili di rame, ricordi di vita, sapientemente intrecciati rendono indissolubile il legame con le radici familiari in un’armonia di affetti e sfumature. Le stoffe dai colori accesi, nel nostro immaginario di uomini dell’occidente, rimandano fortemente alla tradizione tessile indiana e ad un mondo nel quale tradizioni e riti sono ancora forti.

2° Premio. MAURO MALAFRONTE

Titolo: “la grande anima vola verso la vita”

“Chi ama l’india lo sa: non si sa esattamente perchè la si ama. E’ sporca, è povera, è infetta; a volte è ladra e bugiarda, spesso maleodorante, corrotta, impietosa e indifferente. Eppure, una volta incontrata non se ne può fare a meno. Si soffre a starne lontani. Ma così è l’amore: istintivo, inspiegabile, disinteressato. In india si pensano altri pensieri.” (Tiziano Terzani).
Riportando le parole di Terzani, che l’autore ha voluto citare, le piume rappresentano la molteciplità dei pensieri che suscita l’India, evocata dal colore caldo dello sfondo.

3° Premio: TRAN THI KIM

Titolo: Dea Kali

Motivazione: L’arte di strada tipicamente occidentale, incontra una delle immagini sacre indiane, rappresentativa della forza femminile: la dea Kalì.

 

FOTOGRAFIA

1° Premio: GUARDIGLI CLAUDIO

Titolo: uno scorcio di India a Bagnara di Romagna

Motivazione: l’immagine richiama alla mente la cultura, i colori ed i costumi della tradizione indiana, in contrasto con lo sfondo urbano contemporaneo inconcluso, che evoca l’India terra del tutto.

Ed'Ap 2017

Sezione pittura: MAX MARTELLI

Sezione fotografia: ALIN GHIREAN EX AEQUO CON SARA BALANTI

Ed'Ap 2016

Sezione Pittura: ENZO DENTE

Premio della Critica: ANTONIO MENDES

Premio Attualità: ALESSANDRO “KACS” CASADEI

​Sezione Fotografia: SARA BALANTI